ctr -Qui c'è l'ora
Qui c’è ora
5 maggio 2019

Dal Nei Gong al Tui Shou: dal lavoro interno al lavoro di coppia

Stage internazionale con il maestro Gianfranco Pace


1-2 FEBBRAIO 2020

Insegnante: Gianfranco Pace

Orari
9.00 -10 accoglienza/pratica autogestita
10-13: workshop
13 14.30 pausa pranzo
14.30.-17.30: workshop
cena in comune (facoltativa/extra)

domenica:
9.30 – 10 accoglienza/pratica autogestita
10-13: workshop
13 14.30 pausa pranzo
14.30.-16.30: workshop
gli orari possono subire leggere modifiche.


Prossimo seminario a Venezia con tema da definire: 13/14 giugno 2020.

Gianfranco Pace inizia lo studio del Taijiquan poco più che adolescente in Sicilia, con il maestro Shi Rong Hua, che lo accoglie come allievo in un contesto di tipo famigliare e con cui studierà per un periodo di dieci anni. Mosso dal desiderio di raccogliere esperienze di prima mano e investigare in autonomia le metodologie di pratica della tradizione, si decide per un viaggio di studio nelle terre d’origine dell’arte. Nel 2001 viene invitato a studiare a Chenjagou - ritenuta la culla del Taijiquan - dove risiede presso l'abitazione del Maestro Chen Xiao Xing, esponente di spicco di questa scuola. Dopo un periodo di ulteriori approfondimenti nell’ambito della famiglia Chen, Gianfranco dà forma a un suo proprio progetto fondando nel 2003 a Mascalucia, in provincia di Catania, l’ITKA, la International Taijquan and Kungfu Association.
L’ITKA è oggi una realtà che opera a livello internazionale con seminari, corsi di formazione e sedi staccate in Europa, negli Stati Uniti e in Sud America. La sua sede centrale - situata sulle falde dell’Etna, tra la mitica montagna e il mare - ospita una scuola residenziale in cui è possibile formarsi con curricula diversi o risiedere per periodi lunghi e brevi. Una opportunità assoutamente unica in Europa e aperta a tutti quanti vogliano dedicarsi con serietà allo studio del Taijquan.
Il maestro, che si muove nell’ambito della tradizione di stile Chen, è stato protagonista negli ultimi anni di seminari congiunti con esponenti importanti di altri stili di Taiji, ottenendo riconoscimenti ufficiali anche nella terra d’orgine dell’arte.
L’entusiasmo contagioso, congiunto alla serietà della ricerca personale e all’impegno sul piano didattico, fanno di questo maestro siciliano una personalità tra le più apprezzate nel mondo del Taijiquan, ben al di là dell’appartenenza di stile. Partecipare a un suo seminario offre l’opportunità di confrontarsi con i fondamenti di quest’arte antica e complessa attingendo direttamente da una fonte di prima mano di alto livello.

www.itkataiji.com

Info: mail a iscrizionictr@gmail.com. con scritto in oggetto “informazioni seminario Qui c’è ora”

Costo: entro il 3 gennaio € 130, dopo € 150.
In caso di disdetta dopo il 3 gennaio verranno trattenuti € 80.
Solo un giorno: sabato € 85 domenica € 70.


Per iscriversi:

1) Effettuare bonifico dell’importo del seminario, specificando nella causale “seminario Pace 1-2 febbaio”

Dati bancari:
BANCA PROSSIMA
C.T.R.F. CENTRO TEATRALE DI RICERCA E FORMAZIONE
IBAN IT36K0306909606100000152897
BIC BCITITMX

2) IMPORTANTE: Dopo aver effettuato il versamento mandare una mail a robpolizzi@da3-taiji.com specificando in oggetto “iscrizione a seminario Pace 1-2 febbraio” e nel testo della mail nome, cognome, numero di telefono e data del versamento.
Per i primi iscritti abbiamo a disposizione alcuni pernottamenti agevolati, su richiesta!
Per ulteriori informazioni Roberta Polizzi: 3349485179
robpolizzi@da3-taiji.com
www.da3-taiji.com

DESCRIZIONE
Il lavoro interno è il fondamento del Taijiquan, ciò che lo differenzia dalle arti marziali cosiddette esterne e da altre forme di movimento. E’ attraverso un lavoro interno sottile che si arriva ad un movimento corretto della struttura, alla sua elasticità e alle potenzialità del movimento a spirale, anche per l’emissione della forza.
Obiettivo dello stage è permettere un’esperienza diretta del lavoro energetico e delle sue potenzialità, in particolare riguardo alle nostre abilità nella pratica con partner. Si lavora con l’uso di visualizzazioni e attraverso un processo di ascolto sensibile, con esercizi sia in solo che in coppia.
Lo stage è aperto a praticanti di tutte le arti marziali, ad attori, danzatori e altri studiosi del movimento interessati a conoscere i fondamenti di questo lavoro. Il maestro usa un linguaggio chiaro e accessibile a tutti, anche con diversi livelli di esperienza.