Ritmo nella musica elettronica
17 gennaio 2019

THE URGE OF BEING – L’URGENZA DI ESSERE

Un training di ricerca per artisti performativi basato su recenti teorie biologiche
sulle emozioni, sentimenti e embodiment e sui principi biologici dell'espressione
condotto da DANIELE MARCOZZI


SABATO 13 e DOMENICA 14 APRILE 2019

Orario: Sabato 13 aprile 2019 e domenica 14 aprile 2019 dalle 12.30 alle 18.30 (senza pausa pranzo ma con diverse piccole pause di 5-10 minuti).

Insegnante: Daniela Marcozzi

Daniela Marcozzi (www.danielamarcozzi.net)
Daniela Marcozzi nasce a Bologna nel 1983 e vive e lavora a Berlino dal 2014 come freelancer: è performer, trainer, regista e ricercatrice teatrale. Laureata in Biotecnologie presso le Università di Bologna e Perugia, studia discipline performative fin dall'età di 18 anni. Nel 2013 si sposta a Berlino dove collabora con il regista e performer americano Peter Rose (studente di J.Grotowski). Nel 2014 fonda “Marcozzi Contemporary Theater” e presenta i suoi lavori - solo e di gruppo – in Germania, Italia, Belgio, Croazia, Stati Uniti d'America, Svizzera, etc. Conduce corsi di teatro fisico stabili a Berlino e workshop in Europa e fuori. Dal 2015 al 2017 cura la sezione delle arti performative del COFFI Festival Berlin – Interdisciplinary Italian Art, patrocinato dall'Istituto di Cultura Italiano. Nel 2019 conclude il progetto di ricerca “The Urge of Being” (un training per artisti performativi fondato sulla relazione fra biologia-neuroscienze e arti performative.), nell'ambito del Master of Arts in Artistic Research presso l'Accademia Dimitri di Verscio, Svizzera.



Costo: 130€ se si effettua il pagamento dell'acconto di 100€ e ci si iscrive entro il 13 marzo 2019 compreso; 150€ se si effettua il pagamento dell'acconto di 100€ e ci si iscrive dopo il 13 marzo 2019. Per studenti universitari (inviare via mail al momento dell’iscrizione la scannerizzazione della tessera universitaria o accademica aggiornata per godere dell’agevolazione): 100€ se si paga l’acconto di 80€ e ci si iscrive entro il 13 marzo 2019 compreso; 130€ se si paga l’acconto di 80€ e ci si iscrive dopo il 13 marzo 2019.

Per iscriversi:

IL TERMINE ULTIMO PER LE ISCRIZIONI È IL 30 MARZO 2019 (compreso).
1) Effettuare bonifico di euro 100 come caparra
Dati bancari:
BANCA PROSSIMA
C.T.R.F. CENTRO TEATRALE DI RICERCA E FORMAZIONE
IBAN IT80 O 033 5901 6001 0000 0152 897
BIC BCITITMX
Specificando la causale del versamento: “seminario Marcozzi”

2) Importante PER RISULTARE ISCRITTI: dopo aver effettuato il versamento mandare una mail a iscrizionictr@gmail.com
Specificando: nome, cognome, seminario di riferimento, numero di telefono e data del versamento.
Il versamento della caparra è obbligatorio per partecipare ed iscriversi al seminario.
In caso di ritiro la quota non verrà restituita.
In caso di annullamento del seminario la quota verrà interamente restituita.

DESCRIZIONE
“Molecole, cellule, organismi, cluster e colonie sono la forma iniziale del movimento della vita” (Stanley Keleman)

“The Urge of Being” è un training per il potenziamento di performers, danzatori, danzatrici, attori, attrici e cantanti condotto da Daniela Marcozzi ha perfezionato nell'ambito del Master of Arts in Artistic Research presso l'Accademia Teatro Dimitri, Verscio (Lugano), Svizzera.
Il workshop si origina dal training psicofisico grotoswiano che Daniela ha avuto modo di studiare a Berlino con il maestro Peter Rose (allievo di Grotowski) e si arricchisce della teoria della “Biochimica delle Emozioni” della ricercatrice americana Candace Pert: “Non siamo solo semplici pezzi di carne. Vibriamo come un diapason – mandiamo vibrazioni ad altre persone, trasmettiamo e riceviamo. In seguito le emozioni orchestrano le interazioni tra tutti i nostri organi e i sistemi interni per controllare questo scambio vibrazionale.”
Il lavoro teatrale passerà per due importanti momenti quali la sequenza degli esercizi plastici (Plastiques) ed il training body-voice del lavoro di ricerca di Cieslak e Grotowski finalizzati all'apertura dell'organismo e dei suoi risuonatori.
Il lavoro proposto trascende la categorizzazione fra arte e scienza ed esplora la naturale relazione che intercorre fra la biologia umana e l'espressione artistica, portando all'attenzione del performer il fatto che l'emozione è qualcosa di necessario alla sopravvivenza dell'uomo e della specie, e consiste in una manifestazione fisiologica e spesso visibile del nostro organismo.
Questa stessa risposta fisiologica (emotiva) ha bisogno di energia a livello cellulare per essere attivata.
Cosa succede quando le emozioni vengono soppresse, per qualsiasi ragione? La soppressione dell'emozione equivale alla soppressione della sua risposta fisiologica che provoca un ristagnamento di energia potenziale nei tessuti e negli organi.

Il goal di questo training è di mobilitare questa energia nel campo delle arti performative al fine di stimolare una reale ed autentica esperienza artistica basata sulla consapevolezza della propria materia tangibile che, affidandosi all'urgenza dell'espressione artistica, si fonde con quella intangibile generando la propria poetica.

Struttura del Workshop (Due giorni di lavoro in studio di 6 ore ciascuno)
Primo giorno: Esercizi mirati ad aumentare la consapevolezza della propria composizione organica, esercizi di respirazione, visualizzazione interna, immaginazione e fantasia, consapevolezza del tono muscolare.
Secondo giorno: Ricerca del movimento, studio ed esplorazione dei risuonatori corporei, canto, immaginazione, embodiment del testo.