Settimana 3

(dal 29 Giugno al 3 Luglio)


Bambini dai 6 ai 9 anni
M'ANNOIO? E NO CHE NON M'ANNOIO NON M'ANNOIO… (Mattina e Pomeriggio)

Permacultura per bambini

Conoscere la terra e la comunità attraverso la permacultura ed il teatro. La Permacultura si occupa della vita nella sua totalità ed è fondata su tre principi etici: “cura della persona”,”cura della terra”, “equa condivisione delle risorse”, da qui poi si passa al lavoro della progettazione di luoghi in armonia con la natura. Il laboratorio ha come obiettivo quello di far scoprire ai bambini questa disciplina attraverso un approccio ludico- teatrale che si svolgerà la mattina condotto da Sara Paolini ed un lavoro pratico–manuale che proseguirà il pomeriggio e sarà seguito da Michele Savorgnano. Questo percorso per far conoscere la terra e la comunità attraverso la permacultura ed il teatro, servirà a scoprire le relazioni che esistono fra piante, animali, persone nei luoghi vicini a casa.
Michele Savorgnano
Nato e cresciuto nella Bassa Friulana impara ad amare la terra dai nonni che da giovani erano agricoltori. Si trasferisce a Venezia in età adulta e per molti anni non si rende conto di un’assenza importante nella sua vita, la campagna. Decide con alcuni amici di andare alla ricerca di uno spazio verde dove poter iniziare un progetto di orto collettivo; è fondatore nel 2009 di SpiazziVerdi, viene creato il primo orto collettivo in città (uno dei primi in Italia), all’isola della Giudecca, ed iniziano subito le sperimentazioni con varie tecniche di orticoltura, affrontando anche tematiche legate a nuovi stili di vita, decrescita, altra economia; non solo terra quindi. Sempre nello stesso anno inizia un percorso all’interno dell’Accademia Italiana di Permacultura, i principi di David Holmgren vengono applicati nell’orto della Giudecca trasformandolo in qualcosa di più di un orto, un centro conviviale all’aperto dove le persone si trovano per lavorare la terra, mangiare i suoi frutti, sognare il futuro della propria città. Inizia un percorso di formazione con la Scuola Esperienziale Itinerante di Agricoltura Biologica Da diversi anni progetta orti e giardini “edibili” e svolge attività didattica e di consulenza sulla permacultura e l’agricoltura sociale. Nel 2013 fonda F.U.D. che diventa associazione a dicembre '17.
Sara Paolini
E’ laureata in lettere, storia del teatro. Si è diplomata alla scuola teatrale “Giovanni Poli” A L’Avogaria di Venezia. Ha lavorato in Spagna con la Compagnia Fura dels Baus. E’ stata tra i fondatori della Compagnia L’Isola Teatro dove viene diretta da Virgilio Zernitz e Alberta Toninato. Collabora con Serena Sinigaglia (Compagnia A.T.I.R di Milano) nel progetto “In viaggio verso Sarajevo” e nello spettacolo “Re Lear, ovvero tutto su mio padre”. Lavora con Maurizio Scaparro nel Teatro Lirico, Mario Monicelli nel cinema, Giuseppe Emiliani al Teatro Fondamentanuove. Scritturata dalla Compagnia La Piccionaia-I Carrara e si occupa soprattutto di teatro ragazzi. Aiuto-regia nello spettacolo “Il servitore in prova” con la regia di Alberta Toninato, allestimento che debutterà a OperaBassanoFestival e parteciperà alla Biennale di Venezia. Attrice nella produzione di “Tempeste” produzione di Kairòs Danza e Teatro con la regia di Alberta Toninato. Tiene seminari e laboratori di teatro in strutture private e pubbliche, partecipa a progetti didattici nelle scuole, lavora con gli anziani, tiene corsi di propedeutica al teatro per insegnanti. Dal 2008 lavora stabilmente presso la scuola Kairòs Danza e Teatro come insegnante di Teatro, di Danza Gioco per i più piccoli e di Ginnastica creativa per anziani. Attrice allo spettacolo “Vestita di Terra e di Mare” con la compagnia Tocnadanza diretta da Michela Barasciutti. Insieme a Michele Savorgnano cura progetti didattici di Permateatro dove attraverso il linguaggio teatrale si entra in contatto con la natura in un percorso di conoscenza pratica e giocosa. Insegna teatro presso il C.T.R Centro Teatrale di ricerca.
FUD Fattoria Urbana Diffusa
L'idea nasce lentamente, nel 2009 SpiazziVerdi, un gruppo di cittadini veneziani iniziamo a coltivare uno spazio alla Giudecca esclusivamente per l'autosussistenza, a questo si affiancano tutta una serie di attività legate alla permacultura, alla socialità, all'agri-civismo, al rapporto essere umano/natura in un ambiente particolare come quello di Venezia. Nel 2013 nasce l'idea di FUD, un po' per la necessità di ricercare nuovi spazi dedicati alla coltivazione ma allo stesso tempo per dare forma all'idea di città come luogo produttivo, di idee ma anche di prodotti veri e propri, semplici, sani, a disposizione di chi ama le cose veraci. Iniziano le relazioni con il mondo accademico, la progettazione di fattorie galleggianti, la creazione di una mappa che mette in relazione luoghi abbandonati o sottoutilizzati con persone che vogliono prendersene cura. Inizia l'autoformazione permanente con i "martedì della permacultura", l'appuntamento settimanale da qui alla fine del mondo. Partono le collaborazioni con varie scuole cittadine in cui si lavora in sinergia con studenti e docenti per l'autoprogettazione degli spazi delle scuole secondo i principi della eco-auto-organizzazione. Al momento FUD lavora con diversi enti per la formazione in "autoformazione" di operatori che vogliono approfondire la loro visione sistemica, soprattutto per quanto riguarda la relazione essere umano/ambiente.

Bambini dai 10 ai 13 anni
UNO SPETTACOLO DI AVVENTURA! (Mattina)

Laboratorio Pratico Cre-attivo con le Arti Integrate

Attraverso un'esplorazione ludica e creativa di diverse discipline, dal teatro alle arti plastico pittoriche passando per il movimento espressivo, si andrà a creare una storia realizzata dalla fantasia dei ragazzi, stimolati e guidati dal conduttore. Un percorso a 360° utilizzando il Metodo Autobiografico Creativo con Fiabazione che porterà alla realizzazione di un piccolo spettacolo creato in ogni aspetto dai partecipanti. Un' occasione divertente per creare, conoscersi, ascoltare, entrare in relazione, raccontare e raccontarsi.
Valentina Recchia
Bellunese di nascita e Veneziana di adozione, ha frequentato la Scuola Triennale di Formazione per l’Attore del Teatro a l’Avogaria di Venezia diplomandosi nel 2010. Ha approfondito, in seguito, gli studi del Teatro di Figura con particolare attenzione per la Commedia dell’Arte, la Maschera Neutra e i Burattini, lavorando per diverse Compagnie e Teatri del Triveneto. Intuendo nello strumento artistico un potenziale molto efficace per la relazione d’aiuto ha iniziato nel 2015 la sua formazione presso la Scuola di Artiterapie Artedo di Padova, diplomandosi al Triennio di Specializzazione in Arteterapia nel 2019. Parallelamente, diviene Tecnico per la Formazione Docenti con il Metodo Autobiografico Creativo con Fiabazione® e Operatore abilitato per la Tango terapia Metodo Riabilitango®. Attualmente è Direttore Didattico della Scuola Artedo Venezia e Formatore Teatrale e di Propedeutica al TangoTeatro per l’Accademia Teatrale Veneta.
www.arteterapiavenezia.com

Bambini dai 10 ai 13 anni
IL GIOCO DEL TRASFORMARE (Pomeriggio)
La trasformazione è movimento. La vita è il movimento degli opposti. Tutto nella natura è movimento e tutto è trasformazione: dal vuoto al pieno, tutto è passaggio, la materia è viva, come ci insegna la natura. Con piccoli laboratori di manualità impariamo a conoscere e modificare i materiali, quelli che ci regala la natura (legno, rame, carta, cartone, sughero…) e quelli fatti dall’uomo (plastica, colla, colori, chiodi…) attraverso l’uso di semplici attrezzi. Senza dimenticare che le mani che lavorano sono un tutt’uno con il nostro corpo e quando l’artigiano crea lo fa con tutto il corpo: la posizione, lo sguardo, il tatto… Muoversi in armonia, trasformare, modificare, creare, prendendo coscienza di sé, degli attrezzi, dello spazio e degli elementi che lo compongono. I materiali che possiamo usare: balsa, compensato, legno, sughero, rame, carta, cartoncino, colori, plastica, colla…ecc. Gli attrezzi che possiamo usare: martello, pirografo, scalpellino, lima, raspa, cacciavite, squadre, righelli…ecc. (N.B. per alcuni attrezzi da valutare al momento la capacità di gestione del singolo bambino)
Alessandro Affabris
Dal 2007 al 2017 ho praticato il Tai Chi Chuan in stile Yang presso la Scuola CRT di Venezia diretta dal Maestro Franco Mescola. Tutt’ora lo pratico in forma personale come allenamento e meditazione. Dal 2013 pratico danza Contact Improvisation partecipando a numerosi seminari e corsi con insegnanti di fama nazionale e internazionale. Nel 2016 ho partecipato al College di danza contemporanea: “Levèe des conflits” per Biennale Danza 2016 con le coreografe Olivia Grandville e Magali Gajan (F). Nel 2018 ho partecipato come artista indipendente alla performance “Mar Gh’era” con la coreografia e direzione di Laura Boato. Dal 1996 al 1999 ho collaborato come “genitore attivo”, in scuola materna,nell’ aiuto alle attività ludiche. Dal 2000 al 2005 insegnando in scuola primaria di primo grado informatica alla 3^ - 4^ - 5^ elementare e nei laboratori di manualità e bricolage. Dal 2000 al 2019 come socio collaboratore di un Servizio di custodia e presa in cura di bambinidai 0 anni in su, denominato “Lilliput”ho messo in atto piccoli progetti di movimento per i bambini utilizzando l’esperienza del Tai Chi e della danza. Nel 2011 ho realizzato un progetto/laboratorio, formativo/pratico per il II° e IV° anno di Liceo Scientifico, con il titolo “Conosci il tuo corpo”: laboratorio di ricerca sul corpo, il movimento, la comunicazione corporea nell’ambito del mantenimento della salute fisica, sessuale, estetica, sociale.